Giovanni Falcone (sinistra) e Sergio Mattarella

(fonte: Federico Cella, Corriere)

Ecco il perché di questo speciale che abbiamo voluto creare su Corriere della Sera, in occasione dei trent’anni dalla strage di Capaci, dedicato espressamente al lavoro che la scuola può fare su Giovanni Falcone — citando sempre un altro intervento di Mattarella — come «figura di riferimento del senso delle istituzioni, della civiltà contro le barbarie». Lo racconta Roberto Saviano nel video che ha girato proprio per le scuole, per voi ragazzi e ragazze che ci state leggendo. E che parla di amore, quello del magistrato per l’Italia che l’ha portato a combattere il più grande male del Paese. Con un coraggio che Saviano racconta tramite il verso di una poesia del Nicaragua: «Credevate di seppellirci ma non sapevate che eravamo semi, e i semi gemmano». Un racconto fatto anche in presa diretta sulla cronaca di allora, scritto da Alfio Sciacca, collega del Corriere che allora era uno dei cronisti che — attoniti — si recò sul luogo della strage per provare a trovare le parole per raccontare all’Italia la ferita che le era stata inflitta.

Per leggere tutto l’articolo di Federico Cella, clicca qui: Corriere

Note culturali

Strage di Capaci: è la strage in cui è morto Giovanni Falcone, magistrato italiano della procura di Palermo, uno dei magistrati di punta nella lotta contro la mafia. Perse la vita in un attentato avvenuto presso Capaci, sull’autostrada che collega l’aeroporto di Palermo con la città. Questo attacco mafioso avvenne il 23 maggio 1992. Meno di due mesi dopo, il 19 luglio 1992, anche il collega Paolo Borsellino fu ammazzato dalla mafia. Intorno a questi attentati ci sono ancora punti oscuri e sono quindi ancora oggetto di indagini e analisi da parte della stampa (oltre che della magistratuta). In particolare in questo periodo in cui ricorre il trentennale da quella tragica morte.

Vi proponiamo questo “speciale” uscito sul Corriere della Sera, perché contiene vari interventi, video e articoli di impostazione didattica.

Vi segnaliamo anche che è appena uscito il nuovo libro di Roberto Saviano, dedicato a Giovanni Falconi. Si intitola Solo è il coraggio (Bompiani).

L’importanza di raccontare la mafia ai ragazzi

Leave a Reply

Your email address will not be published.