(fonte: Corriere)

Uno studio del Confartigianato Lombardia («È lei il titolare?») fotografa la cultura del lavoro che esprimono le imprenditrici italiane, “l’impronta che le donne danno alle imprese che guidano, le differenze con la governance maschile e il rapporto che si viene a creare con i dipendenti, i fornitori e la famiglia. E alla fine quella che emerge … è … una nuova dimostrazione della vitalità delle Pmi italiane”.
E per quel che riguarda la differenza con la governance maschile, l’articolo continua dicendo, “Nelle aziende rosa le risorse umane e le relazioni orizzontali sono centrali. Il noi prende il posto dell’io. Il cliente ha sempre ragione ma anche i dipendenti. Le donne incoraggiano la partecipazione, la condivisione del potere e delle informazioni. Per raggiungere quest’obiettivo alcune imprenditrici organizzano riunioni mensili o bimestrali all’interno dell’azienda”. Il link non è più attivo Corriere.

Uso della lingua

Confartigianato Lombardia: è un’orgazzazzione che rappresenta le piccole e medie aziende della regione Lombardia (capitale Milano)
Pmi: sigla che sta per piccole e medie imprese
rosa: è il colore che denota la donna.

L’impronta delle imprenditrici

Leave a Reply

Your email address will not be published.