Modugno(fonte: La Stampa)
“Per il terzo anno, l’Accademia della Crusca, venerabile consesso che dalla fine del 500 veglia sull’evoluzione della lingua italiana, manda in stampa un volume della serie «La lingua italiana nel mondo». Il titolo del 2012 è Italia linguistica: gli ultimi 150 anni. Nuovi soggetti, nuove voci, un nuovo immaginario, è edito da Le Lettere, curato da Elisabetta Benucci e Raffaella Setti e presentato da Nicoletta Maraschio (tutti soci della Crusca). … il saggio più curioso e inaspettato del volume della Crusca si intitola, Le canzoni che hanno fatto l’italiano, nel senso della lingua…”

Il saggio esamina, decennio dopo decennio, i cantautori che hanno rivoluzionato la canzone e la lingua italiana, cominciando da Modugno e la sua canzone Nel blu, dipinto di blu, del 1958 (v. foto), per finire con Elio e le Storie Tese e La terra dei cachi degli anni Novanta.

Il link non è più attivo, La Stampa.

Note culturali

L’Accademia della Crusca è un’istituzione che raccoglie studiosi ed esperti di linguistica e filologia che si occupano di studiare la lingua italiana. Ha un’origine antica, è infatti sorta a Firenze nel 1583.

L’italiano salvato dalle canzonette

Leave a Reply

Your email address will not be published.